Bonus senza deposito: divertirsi al casinò ed evitare i rischi

Giocare, non pagare, e vincere per davvero: è possibile?

La risposta breve è un sonoro sì: i bonus senza deposito concedono davvero di divertirsi presso qualsiasi casinò online. In realtà, dovremmo specificare che la definizione più completa di queste promozioni le considera offerte “di benvenuto senza deposito”, ma alle implicazioni dettate dalla nomenclatura arriveremo più tardi. Ciò che conta, per ora, è reiterare quanto essenziale possa rivelarsi questo trampolino di lancio per i neofiti. Del resto, capiamo che la cosa suoni quasi paradossale: un conto è giocare “per finta”, un altro vincere del denaro anche senza investirne.

Il mondo attraente e insolito dei casinò senza effettuare alcun deposito

È bene capire come operi un bonus senza deposito prima di tuffarsi a capofitto in un casinò online. Di base, ciascun sito può offrire all’utente dei fondi con cui giocare gratuitamente, a patto che il loro unico utilizzo sia votato al prendere confidenza con il gioco stesso. In altre parole, dunque, niente di questo importo virtuale è prelevabile da subito. Occorre prima maturare una soglia minima di vincita per poterlo fare. A discapito dell’ottimo punto di inizio, non è un’impresa da poco riuscirci: il traguardo tende infatti ad essere direttamente proporzionale rispetto al denaro elargito.

Esistono contesti più e meno consoni all’utilizzo di questo specifico tipo di offerta. In generale, ogni investimento azzardato nel contesto ludico è definibile come una sorta di scommessa. Quando giochiamo alle slot machine, per fare un esempio, scommettiamo sulle nostre possibilità di vittoria. Eccezion fatta per il poker, dove il ruolo incisivo delle nostre abilità rende più accettabile l’idea di un versamento, è sempre meglio ricorrere alle promozioni che ne fanno a meno. Soprattutto quando si scommette su un mondo come quello dello sport: noi lo amiamo, ma è innegabile che l’esito di un evento manchi di prevedibilità.

Comprendere i motivi e il funzionamento delle offerte

Fermo restando, dunque, che i siti ci consentono di partire avvantaggiati riducendo i rischi al minimo, una domanda sorge spontanea. Non è bizzarro che un punto di gioco ci conceda di provare senza investire? O per essere più precisi, esistendo le “demo”, com’è possibile che una prova ci garantisca la possibilità ipotetica di guadagnare qualcosa? La diffidenza con cui ce lo chiediamo è la stessa dell’opinione pubblica, e i gestori dei siti ne sono dolorosamente al corrente. Il loro bisogno di nuovi utenti e il titubante desiderio dei potenziali giocatori sono inconciliabili: per due mondi agli antipodi, è normale che urga un compromesso.

Naturalmente, questo implica inevitabilmente che per giocare (con o senza bonus) sia obbligatorio prima registrarsi. In aggiunta a ciò, non esiste operatore dei siti (una gestione che nel gergo di settore risponde al nome di bookmaker) disposto a dispensare più di una sola offerta. Chiunque sia abituato al concetto di account sa bene quanto sia normalmente possibile crearne più di uno. Il contesto ludico opera però in modo differente, ed è per questo che in seguito alla scelta di portale e promozione occorra anche inviare i propri documenti al fine di rendere irripetibile l’intero processo.

Come muoversi

Non per questo, però, si resta necessariamente impantanati una volta esauriti i fondi offerti. In tal senso, ben venga la concorrenza spietata tra bookmaker: nessun utente viene vincolato, è vero, ma la migrazione dei giocatori giova a ciascun sito. Per questo motivo, dunque, è utile sapersi guardare attorno. Siccome questo è un mare tanto pieno di pesci quanto pregno di squali, serve anche scegliere la guida adatta. Abbiamo parlato di promozioni, ma esiste un sito che ne porta il nome: alludiamo a Senza deposito, che fino ad ora sta operando da vera e propria enciclopedia in merito.

La cosa importante è non dimenticarsi di essere esigenti nella scelta dei siti dove giocare. Esiste un parametro che, se incluso nelle proprie ricerche, agirà da vero e proprio spartiacque. Parliamo della licenza AAMS, tratto distintivo di ogni bookmaker affidabile che si rispetti. Il fatto che l’acronimo stia per Amministrazione autonoma dei monopoli di stato la dice lunga su quanto poco fidarsi dei siti che ne sono sprovvisti. I truffatori non mancano, così come non mancano i bonus senza deposito alti (resi proibitivi dalla già citata proporzionalità diretta) che il gioco non regolato ama usare come esche.

Perché quella distinzione a inizio articolo? 

Bella domanda. Se nel nostro incipit ci siamo concessi di fare una precisazione, è perché esistono anche i “bonus di benvenuto con deposito”, colloquialmente detti solo bonus di benvenuto. Nel loro caso, la dinamica prevede che queste offerte operino sul primo versamento in base ad una percentuale che determinerà l’aumento sul nostro investimento. Depositando del denaro per la prima volta sul proprio conto se ne riceve dell’altro in regalo, ma la percentuale stabilita dal sito vale solo per tutti i versamenti al di sotto di un determinato massimale. Una volta superato, sarà su di esso che si calcolerà l’aumento in percentuale.

Prima di congedarci, vorremmo passare in rassegna (senza andare in ordine) le altre offerte del caso. In rari (e fortunati) casi ci si può imbattere nel tempo di gioco gratuito, che rende più immediati i guadagni bypassando completamente le soglie di vincita. L’unico bonus di questo tipo ad essere più comune sono i free spin, ovvero giri gratuiti alle slot machine offerti solitamente come omaggio insieme ai bonus di benvenuto. L’altro tipo di “scappatoia” per le varie condizioni sono le offerte definite real, che offrono “soldi veri”: cifre più ridotte, è vero, ma come tali meno soggette alla burocrazia ludica. Scegliete con attenzione!

Reply